Festa Pesaro, un grazie grande così a tutti i volontari

PESARO – Festa Pesaro si avvia alla chiusura, non prima di avere brindato a pranzo con quasi centocinquanta militanti democrat provenienti da Pesaro e dal resto della provincia. Al pranzo, tenutosi al Mercato delle erbe causa pioggia, hanno partecipato Luca Ceriscioli, Matteo Ricci e buona parte dei rappresentanti PD nelle istituzioni locali. Dopo l’intervento dei due responsabili dell’organizzazione di Festa Pesaro, Massimiliano Amadori e Timoteo Tiberi, che hanno snocciolato i numeri della kermesse, ha preso la parola Giovanni Gostoli, segretario provinciale PD, il quale ha voluto recapitare un lungo messaggio di ringraziamento a tutta la comunità PD della provincia, anche a nome di Francesca Fraternali, segretaria dell’Unione comunale PD di Pesaro: “Grazie a tutti – esordisce Gostoli -. FestaPesaro è stata una sfida vinta. Già vinta nel momento in cui abbiamo deciso con coraggio e passione di fare la Festa dell’Unità. Una delle più belle d’Italia, come è ormai tradizione. Abbiamo avuto tanta partecipazione nei giorni di bel tempo. Con la pioggia nei fine settimana, ovviamente, meno, ma i dibattiti sono stati sempre partecipati. Senza maltempo sarebbe andata sicuramente meglio, ma nonostante tutto è andata bene. In un contesto politico nazionale difficile non era affatto semplice, invece abbiamo dimostrato che ci siamo. Soprattutto c’e chi ha a cuore il Pd. Ancora una volta le tante persone che sono venute alla festa, con affetto e curiosità, testimoniano che c’è un grande desiderio di ripartire”. Sul ruolo fondamentale dei tanti volontari: “Un abbraccio a tutti i volontari, uno per uno – prosegue il segretario provinciale PD - per l’autentica passione e per la generosità di mettersi al servizio degli altri. Rappresentano la vera forza del Partito Democratico dalla quale riprendere un nuovo cammino. Dovete essere orgogliosi di queste giornate, grazie a voi abbiamo rialzato la testa ed ogni volta ci ricordate che i partiti non sono tutti uguali. Noi siamo una grande comunità piena di valori: adesso iniziamo a lavorare per giorni migliori per il PD, ma soprattutto per l’Italia e per l’Europa”. Sul format ormai rodato della festa in centro: “Festa Pesaro in centro storico testimonia e simboleggia la voglia di tornare a fare politica in piazza. La buona politica che ascolta e si confronta, con le persone, dentro il Paese reale. C'è chi come noi si apre al dialogo con la città e chi preferisce chiudersi a fare il bullo sul web. C’è chi si dedica alla solita telenovela delle polemiche e chi come noi accende i riflettori sulla vita reale dei cittadini. A chi è capace solo di parlare noi risponderemo la con voglia di fare”.

I NUMERI DI FESTA PESARO 2018

50 giorni di organizzazione

300 volontari

9 giorni di festa, di cui 4 nei fine settimana “battuti” dalla pioggia

45.000 persone (affluenza stimata in base agli accessi ai ristoranti, ai dibattiti e agli spettacoli)

150 ospiti tra politica, spettacoli e artisti

25 comunicati stampa spediti a 20 testate che hanno raccontato la Festa (Rai, TG5, Ansa, Il Resto del Carlino, Corriere Adriatico, Tele 2000, Fano TV, Rossini TV, Tvrs, ETV Marche, Tvrs Marche, TV Centro Marche, Vivere Pesaro, PU24, Il Foglia, Pesaro Urbino Notizie, FanoInforma, OltreFano, Flaminia&Dintorni, Marche Today, AltroGiornale Marche)

22 video-interviste realizzate dai giovani della web radio PDPU

6.000 accessi al sito www.pdpu.it

200 tweet con 40.000 impressioni sull'account PDPU

50 post sulla pagina Facebook “PD Pesaro e Urbino” con una copertura di 30mila utenti e 22mila interazioni (like, commenti, condivisioni)

1.000 foto caricate sulla pagina Facebook

Ph. Stefano Bargnesi