Pd di Pesaro aderisce alla manifestazione contro il “decreto Pillon”

In tante piazza d’Italia, sabato 10 novembre, sono state indette manifestazioni contro il Disegno di Legge 735 cosiddetto “decreto Pillon”, dal senatore leghista che lo ha presentato. “Invitiamo anche noi a scendere in piazza per dire No al “decreto Pillon” e alla riforma di separazione e affido”. Parole del segretario provinciale Pd Giovanni Gostoli, in corsa tra l’altro per la segreteria Pd Marche alle primarie del 2 dicembre, insieme alla segretaria dem di Pesaro Francesca Fraternali e la responsabile donne Pd provinciale Alessandra Khadem.

“Il decreto così come formulato - spiegano Khadem e Fraternali - è assolutamente inaccettabile e purtroppo rappresenta un enorme passo indietro rispetto alle conquiste fatte e all’evoluzione normativa registrata nel corso degli anni nel campo della separazione e del divorzio. Si favorirà innanzitutto il coniuge economicamente più forte. Il decreto, introducendo la figura del mediatore famigliare e di conseguenza la procedura della mediazione obbligatoria in presenza di figli minori, anche nei casi non conflittuali, renderà infatti le separazioni più onerose e complesse - precisano i Dem.

La procedura di mediazione, inoltre, potrebbe determinare difficoltà oggettive nel manifestare la volontà di separarsi per le donne che subiscono violenza domestica e che hanno timore e paura di interrompere l’unione coniugale a causa delle conseguenze che potrebbero subire. Altro punto controverso riguarda l’abolizione dell’assegno di mantenimento diretto. Tale inversione di rotta, presupponendo una parità economica tra i coniugi non tiene conto dei dati reali forniti dall’Istat. Non è un mistero infatti che in molti casi siano le donne a lasciare il lavoro per occuparsi della famiglia, che l’accesso al mondo del lavoro sia più complicato per una donna e che in Italia, purtroppo, non si è ancora raggiunta una parità reale per quanto riguarda i salari.

Di fondo si registrerà un’inversione di tendenza nelle separazioni rispetto all’impostazione attuale: dalla tutela della prole alla centralità degli aspetti puramente economici”, concludono Fraternali e Khadem.

La manifestazione si terrà a Pesaro, Piazzale Collenuccio dalle ore 17. In mattinata ad Ancona, piazza Roma, dalle 10