Pd, oltre 130 persone a Roma. Gostoli: “E’ tempo di reagire”

Oltre 130 persone dalla provincia di Pesaro e Urbino insieme al Pd provinciale per la manifestazione nazionale di domenica 30 settembre a Roma voluta dal segretario nazionale Pd Maurizio Martina: “Scendiamo in piazza per costruire un’alternativa alla politica dell’odio, del declino, dell’isolamento e della paura. Scendiamo in piazza perché tante persone vogliono un Paese diverso: più giusto, più forte, più solidale, aperto al mondo e al futuro”.

Una ventina di giovani democratici under 25 della provincia di Pesaro e Urbino, guidati dal segretario provinciale dei Gd Giovanni Monaldi e dall’organizzatore Nicolò Occhialini, parteciperanno inoltre, alle 10.30 al Nazareno in via Sant’Andrea delle Fratte, a un incontro organizzato dal Partito democratico con tutte le associazioni giovanili dal titolo “Con la forza dei nostri sogni: i giovani e la politica”.

“Per l’Italia” è invece il titolo della manifestazione dem prevista alle ore 14 in Piazza del Popolo a Roma. Sarà possibile seguire l’evento anche in diretta streaming dal sito di Democratica.com oppure sulla pagina Facebook del Partito democratico.

“Il Pd c’è e ha tanta voglia di ripartire per costruire una nuova alternativa all’arroganza dei sovranisti. C'è in gioco il futuro del Paese, ma anche dell'Europa: c'è chi vuole distruggerla e chi come noi sogna gli Stati Uniti d'Europa. E’ tempo di reagire, di non stare alla finestra– afferma il segretario provinciale Pd Giovanni Gostoli – Nei primi cento giorni di governo "gialloverde" più inconcludenti della storia della Repubblica tutti gli indicatori rivendo al ribasso le stime della crescita economica del Paese e l’unica cosa che aumenta sono le domande di disoccupazione. Avevano promesso tanto e subito, dicevano di avere le coperture economiche per tutto. Invece adesso aumentano il debito dell’Italia. Il Paese giorno dopo giorno perde credibilità ed è più solo in Europa. A pagare non saranno le lobby o i burocrati, ma gli italiani – conclude Gostoli - Con la manovra il governo Lega-Cinquestelle sta mettendo la più grande ipoteca sul futuro dei giovani, non incentiva la crescita economica, espone al rischio i risparmi delle famiglie, servizi e le politiche pubbliche”

Tra i partecipanti della provincia ci saranno anche il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, l'on. Alessia Morani, Massimiliano Amadori e Luca Pieri, la consigliera comunale di Pesaro Alessandra Cecchini, i consiglieri comunali fanesi Alberto Bacchiocchi, Enrico Nicolelli e Sara Cucchiarini, Michele Chiarabillli di Fossombrone, le coordinatrici di zona Pd Monica Scaramucci (Urbino e Alto Metauro), Cinzia Scardacchi (Catria e Nerone), Alessandra Khadem (Medio Metauro) e Dimitri Tinti.