Provincia

Modena City Ramblers - FestaPesaro, giovedì 29 agosto, INGRESSO GRATUITO


< /br>I MODENA CITY RAMBLERS si ripresentano nel 2013 con un nuovo lavoro discografico: NIENTE DI NUOVO SUL FRONTE OCCIDENTALE. Il quale da il titolo anche al lungo tour, che partito da Mantova, come di consueto toccherà le più importanti città, le maggiori piazze e i più accreditati Festival.
Dal 5 Febbraio 2013 è presente in tutti i negozi di dischi e store digitali un doppio CD dalla duplice anima: un “Lato A” (come nella grafica del disco viene sottolineato, chiamato ironicamente “Niente di nuovo”) elettrico ed aggressivo, con cavalcate combat-folk e canzoni rock meticce, quasi sperimentali per le coordinate artistiche della band, che fa da contraltare ad un “Lato B” (chiamato “Sul fronte occidentale”) più tradizionale, dove le ballads e le suggestioni acustiche e cantautorali disegnano con grande maturità orizzonti sonori, da vent’anni abituali per i nostri “Delinqueint”.

Il tredicesimo capitolo firmato dalla band, si compone di un totale di 18 brani che parlano di storie del nostro Paese e dell'attualità di questi giorni. Vicende talvolta drammatiche, talvolta eroiche, talora allegre e commoventi, in qualche caso narrazioni più mediate e metaforiche, a comporre un quadro d’insieme che rappresenta un deciso passo in avanti nel definire il patrimonio di canzoni (quello che gli anglosassoni definirebbero “songbook”) della band e nel consolidare il suo percorso da protagonista nella moderna canzone folk.




Tutto il lavoro è stato realizzato negli ultimi mesi del 2012, da Ottobre a Dicembre, tra il Vox Recording Studio di Reggio Emilia e lo Yonder Studio di San Polo d’Enza (RE), lo studio del chitarrista Luca Serio. La produzione, come da anni avviene, è stata curata dalla stessa band, come pure l’intera grafica del disco che presenta in copertina il disegno, a opera dell’artista sassolese Andrea Garlato, di una donna di mezz’età un po’ “provata” e dallo sguardo ambiguo, avvolta in un drappo tricolore: forse una personificazione della nostra Repubblica?
Limitate a poche canzoni, le collaborazioni musicali presenti nel disco: Eusebio Martinelli, virtuoso trombettista emiliano, colora con le sue note la title track del disco e un paio di altri brani; il vecchio compagno Daniele Contardo si unisce col suo organetto ai cuneesi Talu Costamagna (il fonico live della band, qui alla voce) e Anna Lometto (alla ghironda) in una collaborazione emiliano - piemontese ed infine Luciano Gaetani, appena fuoriuscito dalla band, si cimenta alla cornamusa elettrica per una canzone.



I Modena City Ramblers nel disco e sul palco sono:

Davide Dudu Morandi: voce solista
Luca Serio Bertolini: chitarra acustica & elettrica e voce
Franco D'Aniello: flauti, tromba, sax e uillean pipes
Massimo Ice Ghiacci: basso, contrabbasso e voce
Francesco Fry Moneti: violino, mandolino, banjo & plettri vari e chitarra elettrica
Leonardo Sgavetti: fisarmonica, pianoforte, hammond e tastiere
Roberto Zeno: batteria, djembé & percussioni varie e voce

Festa Pesaro, inizio alla grande con i Modena City Ramblers e Marta sui Tubi


Piazza del Popolo diventa il palcoscenico dei grandi eventi tutti gratuiti. Le anticipazioni degli spettacoli presentate alla conferenza stampa di oggi.

Non solo politica, ma anche musica a Festa Pesaro. Fra gli ospiti della kermesse del partito democratico, in programma dal 29 agosto all’8 settembre nel centro storico della città, ci saranno infatti tanti artisti di fama nazionale. Alla conferenza stampa è stato Filippo Sorcinelli, giovane volontario dell’organizzazione di Festa Pesaro, a illustrare il programma degli spettacoli della kemesse mostrando la copertina del mensile musicale “XL – Repubblica” che questo mese ha in copertina ben due artisti che si esibiranno a Festa Pesaro: Giovanni Gulino dei “Marta Sui Tubi” e “Maria Antonietta”.

La lunga carrellata di live inizierà con i Modena City Ramblers, gruppo folk rock di lunga esperienza che ha inserito Pesaro fra le tappe del suo nuovo tour italiano. La band si esibirà giovedì 29 agosto alle 21.30 sul palco di piazza del Popolo, il teatro di tutti i concerti inseriti in programma, con una scaletta che andrà a ripercorrere  i successi passati e alcuni inediti dell’ultimo lavoro discografico: un doppio cd di 18 tracce intitolato “Niente di nuovo sul fronte occidentale”.

Musica ancora venerdì 30 agosto alle 21,  con i “Bambini dell’Asilo”, la più nota tribute band di Vasco Rossi. Il gruppo, che già nell’edizione 2011 di Festa Pesaro aveva fatto registrare il “pienone”, regalerà al pubblico una grande serata di festa, rispolverando le hit più apprezzate. I fan del Blasco non resteranno di certo delusi. Da “Albachiara” a “Vita spericolata”, passando per “Bollicine” o “Siamo solo noi”, saranno tanti i successi riproposti dalla band. A rendere ancora più speciale l’evento, la presenza sul palco di Claudio “Gallo” Golinelli. Il bassista fidato di Vasco Rossi accompagnerà infatti “I Bambini dell’asilo” in questa specialissima serata.  
Marta sui Tubi a FestaPesaro
Sabato 31 agosto, alle 21.30, sarà invece la volta dei “Marta sui Tubi”, gruppo rock della scena indipendente  apprezzato soprattutto dai più giovani che sin dall’uscita del primo disco “Muscoli e dei” ha saputo conquistare il favore di pubblico e critica. Reduci dall’ultima edizione del festival di Sanremo, dove hanno gareggiato nella categoria dei “big” con i brani “Dispari” e “Vorrei”, la band è ora alle prese con la promozione di “Cinque, la luna e le spine”, il suo quinto album.

Da segnare anche l’esibizione di Antonio Pascuzzo & Rossoantico il 3 settembre, alle 21.00, e quella di Maria Antonietta il 7 settembre, alle 21.30. Il primo, finalista fra l’altro del premio Tenco 2011 per la migliore opera prima, presenterà al pubblico l’album “Rosso Antico”, accompagnato dall’omonima band che lo segue in tour da ormai 5 anni. La seconda, pesarese doc, è un’artista di soli 26 anni che si sta facendo spazio fra le grandi stelle della musica. E se Pascuzzo allieterà gli spettatori con sonorità più popolari, alleggerendo così la spigolosità dei temi che affronta nelle sue canzoni (mafia, immigrazione, libertà di stampa, tortura), Maria Antonietta, al secolo Letizia Cesarini, porterà in piazza ritmi decisamente più aggressivi, a tratti punk e a tratti rock.

In concerto, infine, anche Lorenzo Monguzzi e la sua Orchestra Variabile. L’artista brianzolo, ex leader dei “Mercanti di Liquore, ha intrapreso da poco un percorso da solista che l’ha portato anche a teatro a fianco di Marco Paolini con lo spettacolo “Album d’aprile”. Sarà in piazza del Popolo l’8 settembre, alle 21.

Insomma, un palinsesto di tutto rispetto. “Pur  mantenendo uno stile sobrio, dettato dal periodo difficile che stiamo attraversando – commenta l’organizzatore provinciale del Pd, Giovanni Gostoli e Filippo Socinelli, organizzazione Festa Pesaro – il programma degli spettacoli in piazza del Popolo mantiene un profilo di grande qualità, abbinando grandi nomi della musica a talenti locali. I concerti sono tutti gratuiti. Nei prossimi giorni presenteremo il programma completo degli spettacoli di tutti gli spazi della Festa. Una manifestazione popolare in cui saranno presenti diversi generi per generazioni diverse: dai concerti in Piazza del Popolo al Jazz nel Cortile Ricci, dal teatro ai cortometraggi”.

FestaPesaro 2013

FestaPesaro2013

Oggi la prima conferenza stampa per presentare i luoghi della festa e alcuni dei politici che saranno nostri ospiti.

Lunedì ci sarà la seconda conferenza stampa con la presentazione del programma degli spettacoli.

Il programma definitivo sarà presentato il 24 agosto nell'ultima conferenza stampa.

Festa Pesaro, le prime anticipazioni della kermesse democratica

Con un profilo “light”, ma di grande qualità, torna in città Festa Pesaro. La kermesse del Partito Democratico aprirà i battenti il 29 agosto e si chiuderà l’8 settembre. Dibattiti, incontri, concerti e appuntamenti culturali i principali ingredienti di questa manifestazione. “Al centro dei dibattiti ci sarà l’Italia” – affermano gli organizzatori – “Le cose da fare per uscire dalla crisi economica e la voglia di tornare a parlare di futuro nella consapevolezza che alle persone bisogna restituire anche un presente”. Tanti gli appuntamenti di grande rilievo in cui si parlerà di comunicazione, perché Festa Pesaro è la Festa Democratica Nazionale della Comunicazione. Infine, sarà l’occasione per un confronto in vista della prossima stagione congressuale Pd.

La kermesse si svolgerà in centro storico, coinvolgendo soprattutto l’area compresa fra via Rossini, via Branca, via San Francesco e piazzale Matteotti. In tutto saranno circa una ventina gli spazi toccati dalla festa. Piazzale Collenuccio ospiterà i principali dibattiti politici, il cuore degli spettacoli sarà Piazza del Popolo, nel cortile di palazzo Ricci si insedierà il jazz village e a palazzo Mazzolari Mosca verrà allestita un’area bambini. Tre, inoltre, i ristoranti gestiti dai volontari: uno leggero in piazza del Popolo, una pizzeria in piazza delle erbe e l’altro nel Cortile di Palazzo Ricci.

“Questa festa – commenta l’organizzatore provinciale Pd, Giovanni Gostoli – è l’immagine del partito che vogliamo: coraggioso, aperto e accogliente. Una grande manifestazione che è possibile grazie all’impegno e alla generosità di tanti volontari. La nostra è una festa che si apre alla città e che vuole portare in città la bella politica. Il format è vincente: la grande partecipazione di pubblico che registriamo ogni anno spegne ogni polemica”.

La kermesse sarà l’occasione ideale per affrontare i temi caldi dell’agenda politica del Paese.“ Questo non è solo un periodo di crisi economica – aggiunge Gostoli - è un periodo di trasformazione epocale su cui il partito deve interrogarsi.

L’edizione di quest’anno sarà all’insegna della sobrietà. “Avrà un profilo light, ma di qualità” – afferma Gostoli che prosegue- “Di fronte alla crisi economica non abbiamo voluto rinunciare all’organizzazione di un evento che rappresenta un motore economico per la città. Tutti gli eventi in programma saranno gratuiti”.

Tanti i big della politica attesi a Pesaro. Il ministro dell’Integrazione, Cecilie Kyenge, aprirà la kermesse il 29 agosto alle 19, seguita (alle 21) dal sindaco di Torino e presidente dell’Anci, Piero Fassino. Fra gli ospiti anche Debora Serracchiani, Giorgio Gori, Gianni Cuperlo, Cesare Damiano, Paolo Gentiloni e Roberto Giachetti, Alessandra Moretti e Ivan Scalfarotto e i giornalisti Riccardo Luna, Filippo Ceccarelli, Claudio Cerasa, Marco Damilano, Stefano Menichini, Tommaso Labate e Andrea Romano. A confronto inoltre Antonio Misiani e Mariastella Gelmini, Simona Bonafè e Alessandro Cattaneo, Walter Veltroni e Enrico Mentana. Anche il ministro Graziano Delrio ha confermato la sua presenza, mentre è in forse invece la partecipazione di Matteo Renzi e Pippo Civati.

“I due politici hanno un’agenda fitta di impegni – commenta Gostoli – ma stiamo lavorando per averli con noi”. In vista del Congresso nazionale, Festa Pesaro potrebbe infatti rivelarsi il campo di scontro-confronto ideale per i candidati alla leadership del Pd. Sicuramente l’occasione perfetta per preparare il terreno in vista dei prossimi appuntamenti elettorali: le Amministrative sono alle porte. “Essere in centro storico ci permette di avere un dialogo più diretto con i cittadini. Dobbiamo ripartire con entusiasmo - chiude il segretario comunale del Pd, Daniele Vimini – prepararci a vincere le prossime sfide”.

Pagine